Home > Area Stampa > Edizione 2004


RASSEGNA STAMPA
- Corriere dellaSera
Magazine

- Corriere dellaSera
- Panorama
- Il Giorno
- Il Giornale
- Il Giornale del Medico


OTTOBRE 2004


Congresso internazionale di chirurgia refrattiva dal 23 al 25 settembre 2004 a Milano

Oculistica: dall'occhio bionico all'armonia delle imperfezioni
Tecniche chirurgiche combinate, lenti intraoculari sempre più sofisticate, una nuova filosofia di analisi e correzione dei difetti visivi “secondo natura”

Cellule staminali combinate a chirurgia laser-terapeutica per la ricostruzione e il rimodellamento della cornea, lenti apodizzate per gli interventi di cataratta, una nuova tecnica per la chirurgia refrattiva, una filosofia emergente di analisi e correzione dei difetti visivi.

Queste le principali novità di Refr@ctive.online, il congresso Internazionale di Oculistica in programma dal 23 al 25 settembre 2004 a Milano.
L'appuntamento scientifico, giunto alla sua quinta edizione, è organizzato dal dott. Paolo Vinciguerra, responsabile dell'Unità Operativa di Oculistica di Humanitas, e si terrà a Milano presso il Milan Mariott Hotel di via Washington 66.

Divenuto un importante momento di incontro e confronto sulle metodiche di intervento e gli strumenti diagnostici più innovativi nell'ambito della Chirurgia Refrattiva, Refr@ctive.online vedrà quest'anno la partecipazione di oltre 500 specialisti italiani e stranieri provenienti da Stati Uniti, Giappone, Canada, Argentina, Germania, Francia, Grecia e Svizzera.

Le principali novità del convegno:

Cellule staminali combinate a chirurgia laser-terapeutica per la ricostruzione della cornea
Nel corso dell'evento scientifico verranno presentati i risultati di uno studio preliminare di Humanitas relativo all'impianto di cellule staminali per la cura di alcune gravi patologie corneali (ulcere, ustioni, gravi traumi). L'équipe del dott. Vinciguerra, in collaborazione con la Banca delle Cornee di Mestre (dott. Diego Ponzin e dott.ssa Graziella Pellegrini), ha messo a punto una tecnica che combina l'impianto di cellule staminali omologhe (per la rigenerazione del tessuto) con la chirurgia laserterapeutica (PTK) per levigare la superficie della cornea. Il percorso sperimentale ha l'obiettivo di offrire ai chirurghi una valida alternativa al trapianto in casi selezionati o una possibilità di intervento quando il trapianto non è possibile. L'utilizzo di cellule staminali prelevate dallo stesso paziente evita i rischi legati all'immunosoppressione e al possibile rigetto. Le tecniche combinate di rigenerazione (staminali) e rimodellamento (laser) del tessuto permettono inoltre di ottenere risultati complessivamente migliori non viziate da aberrazioni ottiche.

Una nuova tecnica per la Chirurgia Refrattiva

Una rivoluzione a metà strada. Forse si potrebbe definire così Epilasik, la nuova tecnica per la cura dei difetti di refrazione messa a punto dal greco Pallikaris , ancora in fase di studio ma già registrata con marchio CE. Oggi Epilasik offre la possibilità di separare la cornea dall'epitelio, combinando i vantaggi delle tecniche più diffuse come Lasik e PRK. Epilasik, rispetto alle tecniche già consolidate, agisce prevalentemente in superficie. Risultati: un epitelio più vitale (perché si evita l'uso di farmaci o soluzioni a base alcolica per sollevare l'epitelio), interventi più sicuri, un recupero funzionale più rapido e ridotti disturbi postopertatori. Si tratta di una tecnica ancora sperimentale di cui Humanitas è uno dei centri europei di rifermento.

Lenti Apodizzate per gli interventi di cataratta
Consentono ai pazienti operati di cataratta di correggere tutti i difetti visivi che non danno la possibilità di mettere bene a fuoco gli oggetti da vicino e/o da lontano (miopia, presbiopia, ipermetropia), tranne l'astigmatismo. Sono le Lenti Apodizzate a Cerchi Concentrici , che sostituiscono il cristallino fino ad oggi utilizzato e i vecchi occhiali con lenti multi o bifocali.

Una filosofia emergente di analisi e correzione dei difetti visivi
“La somma dei tanti difetti in ambito aberrometrico dà una vista tridimensionalmente migliore”. In sostanza, cornea e cristallino subiscono un numero illimitato di variazioni di forma durante il giorno, provocando una risposta visiva che non è costante nell'arco della giornata, ma segue una sorta di equilibrio naturale. Il nuovo approccio, ispirato dallo studioso di Harvad Stephen A. Burns, sta modificando l'impostazione della Chirurgia Refrattiva oggi sempre più alla ricerca di interventi che privilegino il bilanciamento delle aberrazioni oculari al posto della sistematica eliminazione delle stesse. Con risultati migliori per quanto riguarda capacità e qualità visiva.

Il Congresso di quest'anno prevede sezioni monotematiche dedicate a sviluppare un argomento dalle informazioni di base allo stato dell'arte avanzato. Nell'ambito del programma d'Educazione Continua in Medicina, inoltre, sono previsti corsi paralleli di approfondimento o di interazione tra docenti e piccoli gruppi di partecipanti.

Ecco alcuni degli argomenti:

  • Trattamento chirurgico della presbiopia e delle associazioni miopia/presbiopia, ipermetropia/presbiopia.
  • Metodologia per una corretta identificazione della IOL da impiantare nei casi complessi.
  • Custom Ablation.
  • Logica del calcolo aberrometrico nelle varie soluzioni di Custom Ablation disponibili.
  • Modalità di lettura a interpretazione dei dati acquisiti: aberrometrici, altimetrici, topografici.
  • Valutazione delle possibili scelte chirurgiche.
  • Topografia e aberrometria di base. Corso pratico dedicato all'attività clinica.
  • I ritrattamenti. Principi e linee guida.
  • La PTK dalla A alla Z.
  • Metodiche di diagnostica intraoperatoria.
  • IOL refrattive, il follow up: a che punto siamo dopo questi ultimi anni?
  • Microscopia confocale. Applicazioni cliniche.


    Il comunicato è disponibile sui siti www.humanitas.it e www.humanitasalute.it


    Walter Bruno
    Ufficio stampa
    Istituto Clinico Humanitas
    tel. 02.82242415 - 347.9905826
    fax 02.82242413